Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lot's of ˜ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it's Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text won't show correct.


Cerca nel sito



HOME
1.1.ENNEAGRAMMA - Antonio
1.2.L'enneagramma della personalità
1.3. Enneatipi
1.4. wwNw
2.1.GIARDINO ZEN - Rita
2.2. Lo Shiatsu
2.3. wwNw
3.1. ATLANTIDE & DINTORNI - Robert
3.2. Atlantide: mito o storia?
3.3. Piramidologia
3.4. Numerologia
3.5. Radiestesia
3.6. Radionica
3.7. Feng Shui
4.1. PERCORSI EVOLUTIVI - Adriana
4.2. In cammino
4.3. Tarocchiamo un po'
4.4. Energia Creativa
4.5. wwNw
5.1. PRANOTERAPIA - Emma
5.2. La Pranoterapia
5.3. Energia
5.4. La Bioenergetica
5.5. I Chakra
5.6. Il Karma
5.7. Nulla è ciò che sembra
BACHECA
Bibliografia e fonti
Il SurjaForum



 Anthakarana
 Art Jewelry
 Blu Delfino Blu
 BluGoa
 Gli Occhi del Drago
 Il Ponte dell'Arcobaleno
 Il Raggio Verde
 La Pietra Verde
 Le Pietre delle Fate
 Moonwitch
 Navaratna
 Rainbowbridge
 Saraswati
 Silvermoon
 Spazio Cucina
 Surja
 SurjaWorld

Torna alla Home del SurjaRing

Hai voglia di partecipare attivamente? Vuoi vedere pubblicato un tuo intervento inerente gli argomenti trattati all'interno di questo sito? INVIACI un messaggio illustrandoci l'argomento che desidereresti trattare: ti risponderemo al più presto richiedendoti l'invio del materiale, ed anche una tua foto, se vuoi.

Pubblicheremo gli interventi che, a nostro giudizio, saranno ritenuti più originali ed interessanti.
2. Nello spazio di un sol giorno...

Angeli dei Sette Chakra
Gli Angeli dei Chakra si rivolgono ad animi in cammino verso un sempre maggiore e consapevole equilibrio personale.
Donarsi o donare un angelo dei Chakra è un gesto colmo di simboli e significati.

Visualizza tutti gli Angeli dei Sette Chakra>>>
Allora Atene apparve cospicua per virtù e per vigore a tutte le genti: ora unita ad altre, ora abbandonata per viltà dai suoi alleati, affrontò gli estremi pericoli; vinse gli assalitori, campò dal servaggio i popoli non ancora asserviti e liberò generosamente tutti gli altri popoli.
Nel seguito dei tempi sopravvennero grandi terremoti ed inondazioni.
Nello spazio di un sol giorno e di una notte tremenda, tutti i vostri guerrieri sprofondarono dentro la terra, e similmente scomparve l’isola Atlantide assorbita dal mare; perciò quel mare è impraticabile ed inesplorabile, essendo di impedimento i grandi bassifondi di fango che formò l’isola inabissandosi.”
Ascoltato il racconto, Socrate aggiunse: “ciò che tu dici Crizia, ha questo d’importante, che non è finta favola ma storia vera.”

Questo è ciò che Platone, nel “Timeo” fa dire a Crizia.
Ora, o Platone si è inventato tutto di sana pianta, ed il Mito di Atlantide è paragonabile ad una bella favola, oppure……., la Storia va ampiamente rivista.
Un ampio sguardo su questi dubbi viene accuratamente analizzato nel libro di Gennaro d’Amato:
“Platone e l’Atlantide”.
Questa è l’ipotesi più veritiera che riguarda Atlantide e la sua collocazione: in tempi diversi si è cercato di attribuirle siti diversi, nel Mediterraneo e precisamente nell’area ellenica o addirittura la presunzione che essa si trovi sotto i ghiacci dell’Antartide.

Ognuno può dire ciò che vuole, perché fino ad oggi certezze non ve ne sono e fino a quando ci sarà impossibile provare con sicurezza la posizione in cui questa terra si trovava, esiste in ognuno di noi la libertà di asserire la propria “verità”.
Comunque sia è a Platone che noi dobbiamo riconoscere la paternità della storia sia essa “veritabile” oppure pura e semplice leggenda.
A coloro che non mettono in dubbio le parole di Platone è naturalmente rivolta questa analisi, il sunto di un affascinante racconto su di una antica civiltà insulare, scomparsa in seguito ad una gigantesca catastrofe di origine naturale.

Fin dall’inizio, cioè da quando Platone rese pubblica la sua teoria, gli uomini si divisero in due fazioni: coloro che riconoscevano in lui il grande uomo dotato di profonda sapienza e coloro che lo consideravano un visionario; i primi attratti dalla sete di conoscenza che anima tutti coloro che desiderano portare avanti la loro evoluzione, i secondi pronti a distruggere in ogni modo ciò che per loro era solo una favola.
Aristotele stesso crea un parallelismo tra il racconto su Atlantide e il racconto di Omero che riguardava la creazione di un muro che circondava tutto l’accampamento davanti a Troia e che venne distrutto da un intervento divino; per lui tutti e due i resoconti sono fantasie di autori desiderosi di infarcire la narrazione con contenuti che aumentassero l’interesse degli auditori.

Per la concezione di Aristotele era facile per Platone evitare le domande su Atlantide, visto che l’”isola”, se vogliamo chiamarla tale, era scomparsa e quindi si parlava di ciò solo attraverso ipotesi non riscontrabili.
Il primo editore del Timeo è un certo Crantore vissuto nel 300 a.C. il quale si schiera totalmente dalla parte di Platone, suggerendo l’idea che tutto il resoconto sia assoluta verità nei minimi particolari; Crantore addirittura promuove un’indagine in Egitto per controllare la veridicità delle fonti e ribadisce che al tempo, l’episodio era ancora custodito in forma scritta su alcuni “pilastri”.

Se noi cerchiamo un’analisi più obiettiva, troviamo riscontro in epoca medioevale nelle cartografie di tale Paolo Dal Pozzo Toscanelli, pubblicate nel 1475 e alle quali fa riferimento Colombo, (menzognero quindi il riferimento nel quale il grande navigatore si sia affidato all’intuizione) al tempo esistevano già delle cartografie che illustravano l’Oceano Atlantico e che se pur non dimostravano l’esistenza di terre oltre il mare, ne asserivano però l’esistenza.
A Colombo resta pur il merito di averci creduto ed aver dimostrato ai detrattori di tali teorie che loro erano nell’errore e non lui.
© R.Berretta - Tutti i diritti riservati. È vietato utilizzare questo testo, anche parzialmente, senza autorizzazione.
Ti piace questo sito?
Invita anche un tuo amico a visitare il SurjaRing!
clicca qui


Collabora con noi!
C'è un argomento che ti appassiona
e desideri condividerlo nel web?
Hai voglia di diventare uno dei nostri?
Collabora con noi!
C'è uno spazio gratuito che ti attende
all'interno del SurjaRing.
Clicca qui



Non dimenticare di iscriverti
alle NewsLetter di questo sito!

Vuoi un regalo dal Surjaring? clicca qui
In riferimento alla recente legge del 2015 entrata in vigore il 2 giugno sui cookie, avvertiamo i visitatori che questo sito non utilizza cookie per raccogliere dati degli utenti ma solo cookie tecnici, necessari al funzionamento del sito e per consentire agli utente di accedervi.




REGISTRATI
per ricevere novità
dal SurjaRing










Per la pubblicità su     questo sito clicca qui!

Segnala il SurjaRing     ad un amico

Partecipa al     SurjaForum

Fai di SurjaRing la tua     Home Page

Collabora con noi

Ascolta la SurjaMusica


Surja

Cristallidiluna

BluGanesha

Profumidoriente


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in
SurjaRing?


Ars culinaria
La Locanda di Donna Sofia


SurjaForum
Partecipa anche tu al Forum del SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in SurjaRing?


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


I CHING
Consulta l'oracolo: un nuovo servizio offerto da SurjaRing


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing


SurjaForum
Partecipa anche tu al forum del SurjaRing!




SurjaTeam
Chi collabora con SurjaRing?

SurjaLink
I siti consigliati da SurjaRing

SurjaDono
Richiedi il dono del SurjaRing

ScambioBanner


powered by Neomedia

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.